Rischi per la salute

Quando il tabacco viene fumato (ad es. sotto forma di sigarette, ma anche di sigari grandi o piccoli, oppure con pipe convenzionali o pipe ad acqua), i gas provocati dalla sua combustione giungono in bocca e, di solito, anche nei polmoni. Questo fumo aumenta il rischio di sviluppare numerose malattie, molte delle quali letali. Giunti di recente sul mercato e sempre più diffusi, anche i dispositivi a tabacco riscaldato (heated tobacco products, HTP) e le sigarette elettroniche (electronic nicotine delivery system, ENDS), che hanno proprietà simili a quelle dei prodotti convenzionali di tabacco destinati a essere fumati, possono comportare rischi significativi per la salute.

Fumare fa male:

Tumori, malattie delle vie respiratorie e del sistema cardiocircolatorio

La maggior parte dei decessi legati al fumo sono dovuti a tumori (soprattutto polmonari), a malattie delle vie respiratorie (soprattutto broncopneumopatia cronica ostruttiva BCPO) e a malattie cardiovascolari (soprattutto disturbi coronarici). Il fumo è uno dei principali fattori di rischio per ictus, cecità, sordità, mal di schiena, osteoporosi e disturbi vascolari periferici – problema, quest’ultimo, che può condurre ad amputazioni. Chi fuma, dopo i 40 anni è colpito da dolori e disabilità in misura maggiore rispetto a chi non fuma.

Disturbi della fertilità e aborti

Le conseguenze del fumo sulla riproduzione e la fertilità sono numerose e complesse. Il rischio di problemi di fertilità aumenta con il numero di sigarette consumate quotidianamente. Il fumo riduce la fertilità, sia maschile sia femminile. L’esposizione passiva al fumo, di seconda o di terza mano, compresa quella alle sigarette elettroniche, è particolarmente pericolosa per i neonati, i bambini e gli adolescenti. Può causare numerosi problemi di salute, tra i quali attacchi d’asma più gravi e frequenti, nonché infezioni respiratorie e auricolari. Inoltre può portare alla sindrome della morte improvvisa del lattante.

Malattie psichiche

Il fumo è uno dei principali fattori di rischio sia per la malattia di Alzheimer sia per la demenza vascolare e per tutta una serie di problemi psichici, tra i quali si contano il declino cognitivo, l’ansia, la depressione e altre malattie neurodegenerative.

HTP e ENDS

Le sigarette elettroniche, note anche con la sigla ENDS (electronic nicotine delivery system), hanno l’aspetto e danno la sensazione di una sigaretta convenzionale, una stilografica o un accessorio di moda. Analogamente ai dispositivi a tabacco riscaldato (heated tobacco products, HTP), producono un aerosol che la consumatrice o il consumatore inala. La differenza è che gli HTP riscaldano il tabacco, mentre le sigarette elettroniche funzionano con cartucce riempite di liquido.

Esposizione eccessiva alla nicotina

Uno dei principali problemi legati all’utilizzazione delle sigarette elettroniche è l’esposizione eccessiva alla nicotina. È noto che la nicotina ha effetti gravi e instaura anche una forte dipendenza.  Come dimostrano vari studi, gli effetti biologici di questa sostanza sono estremamente estesi e toccano tutti i sistemi dell’organismo, compresi quelli cardiovascolare, respiratorio, renale e riproduttivo. La nicotina attutisce la risposta immunitaria e interferisce con importanti processi di autodifesa dell’organismo. Poiché l’inalazione attraverso aerosol riscaldati compromette anche la sensibilità delle vie respiratorie e accentua le infiammazioni e le lesioni polmonari, vi è sempre più ragione di credere che la nicotina – non importa se assorbita mediante sigarette convenzionali, sigarette elettroniche o dispositivi a tabacco riscaldato – abbia un impatto negativo sulla salute dei polmoni e metta le persone che fumano a maggior repentaglio di fronte a infezioni batteriche o virali, come quella causata dal COVID-19.

Adolescenti: danni alla salute e all’equilibrio cognitivo

Una verifica nelle più recenti pubblicazioni scientifiche permette di rilevare che la nicotina induce la formazione di radicali liberi, esaurisce i meccanismi di difesa antiossidanti e aumenta i marcatori di stress ossidativo nei neuroni. Ciò la rende particolarmente tossica per lo sviluppo neurologico durante la prima infanzia. Altri studi mostrano che l’uso di nicotina può esacerbare l’irritabilità, l’ansi e l’impulsività. Secondo una recente ricerca, anche gli adolescenti, se esposti alla nicotina, possono subire un’interruzione dello sviluppo cerebrale e effetti negativi quali deficit di attenzione, aumento dell’ansia e della paura, e anche un maggior rischio di disturbi psichiatrici e cognitivi. Pertanto, i farmaci contenenti nicotina hanno conseguenze potenzialmente gravi per la dipendenza, le capacità cognitive e l’equilibrio emotivo degli adolescenti.

Fonti

2014 Surgeon General's Report: The Health Consequences of Smoking - 50 Years of Progress www.cdc.gov/tobacco/data_statistics/sgr/50th-anniversary/index.htm

Robert West (2017) Tobacco smoking: Health impact, prevalence, correlates and interventions, Psychology & Health, 32:8, 1018-1036, DOI: 10.1080/08870446.2017.1325890

Mishra A, Chaturvedi P, Datta S, Sinukumar S, Joshi P, Garg A. Harmful effects of nicotine. Indian Journal of Medical and Paediatric Oncology : Official Journal of Indian Society of Medical & Paediatric Oncology 2015;36: 24–31.

Benowitz NL. Pharmacology of nicotine: addiction, smoking-induced disease, and therapeutics. Annual review of pharmacology and toxicology 2009;49: 57–71.

Swan GE, Lessov-Schlaggar CN. The effects of tobacco smoke and nicotine on 

cognition and the brain. Neuropsychol Rev 2007;17: 259–73.

Hughes JR. Effects of abstinence from tobacco: valid symptoms and time course. Nicotine Tob Res 2007;9: 315–27.

Kutlu MG, Gould TJ. Nicotine modulation of fear memories and anxiety: Implications for learning and anxiety disorders. Biochemical pharmacology 2015;97: 498–511.

Froeliger B, Modlin LA, Kozink RV, Wang L, Garland EL, Addicott MA, et al. Frontoparietal attentional network activation differs between smokers and nonsmokers during affective cognition. Psychiatry research 2013;211: 57–63.

Yuan M, Cross SJ, Loughlin SE, Leslie FM. Nicotine and the adolescent brain. The Journal of physiology 2015;593: 3397–412.

Goriounova NA, Mansvelder HD. Short- and long-term consequences of nicotine exposure during adolescence for prefrontal cortex neuronal network function. Cold Spring Harbor perspectives in medicine 2012;2: a012120.

Shah, Tushar; Sullivan, Kevin; Carter, John (2006): Sudden infant death syndrome and reported maternal smoking during pregnancy. In American journal of public health 96 (10), pp. 1757–1759. DOI: 10.2105/AJPH.2005.073213.

Downloads

Opuscolo: Tabacco: mortale in ogni sua forma

Opuscolo: Fumo e salute psichica

Opuscolo: Sii sportivo - non fumare