Pacchetti neutri (plain packaging)

Le confezioni dei prodotti contenenti tabacco e nicotina sono un’importante superficie pubblicitaria per i fabbricanti. Colorate, con i logo e i nomi messi in bella evidenza, sono disegnate per attirare soprattutto i giovani e i nuovi consumatori, che tuttavia in questo modo vengono ingannati sui rischi che il tabacco e la nicotina comportano per la salute.

I pacchetti neutri, privi degli elementi specifici di un marchio, noti come «plain packaging», sui quali figurano inoltre grandi avvertenze illustrate, sono considerati una delle misure più efficaci per la prevenzione del tabagismo, assieme al divieto totale di pubblicità di qualsiasi genere e al rincaro del prezzo all’unità. Diversi studi hanno dimostrato che un pacchetto neutro rende i prodotti da fumo meno interessanti e dissuade chi vorrebbe iniziare a consumare:

Pacchetti neutri

  • sono considerati efficaci per dissuadere i giovani dall’iniziare a fumare;
  • aiutano a riflettere sul proprio consumo di tabacco o a smettere definitivamente di fumare.

» WHO Evidence brief – Plain packaging of tobacco products: measures to decrease smoking initiation and increase cessation, 2014

 

Immagine messa a disposizione dal governo australiano

 

Nel 2012 l’Australia è stata il primo paese a introdurre un pacchetto neutro e uniforme per i prodotti del tabacco, una decisione di politica sanitaria che si fonda sull’articolo 11 della Convenzione quadro internazionale sul controllo del tabagismo (FCTC) dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). In pochi anni, sempre più paesi hanno seguito l’esempio dell’Australia. Anche in Europa, diversi paesi e regioni hanno recentemente introdotto il pacchetto neutro per i prodotti del tabacco.

» Canadian Cancer Society, Cigarette Package Health Warnings: International Status Report 2021

 

Fonti

Moodie, Crawford; Hoek, Janet; Hammond, David; Gallopel-Morvan, Karine; Sendoya, Diego; Rosen, Laura et al. (2022): Plain tobacco packaging: progress, challenges, learning and opportunities. In Tob Control 31 (2), pp. 263–271. DOI: 10.1136/tobaccocontrol-2021-056559.

 

(AT Svizzera – aprile 2022)